RSS

Archivio mensile:maggio 2012

eh niente io facebook lo odio per questo…

dal video bad religion raise your voice

Ora devo dire che una persona cara mi ha fatto notare che era meglio che entrassi in facebook (cosa che odio fondamentalmente) per una serie di motivi che voi gia’ sapete, ma infondo come mi si faceva notare le informazioni oggi PURTROPPO viaggiano anche li, quindi io da ricercatore cerco di invitare il maggior numero di persone possibile per i miei articoli… io faccio il ricercatore mica lo stalker o il rompiscatole, lo scammer o peggio… eppure qualcuno si e’ arrabbiato per la mia amicizia segnalando a zuccobergo il mio invito… ora la cosa a me fa davvero sorridere per due fatti

1) se non capisci che io faccio ricerca sei stupido e non poco

2) se non sei interessato a questa ricerca allora perche’ cavolo ti iscrivi ai siti che trattano i miei stessi temi

Non e’ che niente niente qualcuno di questi cosidetti iscritti, si iscrivono per altri motivi.

Ecco perche’ odio facebook. comunque mi trovate qua adesso… mah… questa e la mia pagina di facebook se volete farmi qualche domanda basta chiedere l’amicizia..

http://www.facebook.com/profile.php?id=100003937298046

sono disposto a spiegare i miei punti di vista a chiunque…

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 maggio 2012 in facebook

 

se qualcuno del cfr vuole la traduzione

basta chiedere dei miei articoli oppure scrivermi direttamente in inglese saro’ “quel tanto educato” per spiegargli la mia posizione sul CFR, 🙂 non serve mica che si traducano in inglese con google translator (che tra parentesi traduce malissimo) il mio articolo in lingua italiana 😀

Forse magari gia’ lo sanno cosa penso del CFR 🙂 Io mica ho niente da nascondere……… IO

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 maggio 2012 in Uncategorized

 

gli ex-illuminatus…

chiedetevi perche’ quelli che dichiarano di essere un ex-illuminatus non solo non conoscano non solo dove si trovi l’attuale archivio storico degli illuminati ma non sappiano nemmeno dell’esistenza di quel poco di pubblico esiste del vecchio archivio degli Illuminati

http://www.bavarian-illuminati.info/2009/06/the-so-called-schwedenkiste-%E2%80%9Cswedish-box%E2%80%9D-the-most-significant-illuminati-archive/

 

Niente queste persone non ci riescono proprio ad essere minimamente credibili….

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 maggio 2012 in Illuminati di Baviera, massoneria

 

alcune premesse personali… per tutti

Premetto innanzitutto che non sono massone e non mai stato massone, perche’ nella massoneria quando si entra non si esce piu’ vieni messo in sonno, ma una volta che sei un massone lo rimani per il resto della tua vita.. Se e’ vero che conosco bene questo tipo di simbologia e’ SOLAMENTE frutto delle mie ricerche personali storiografiche, perche’ se vuoi capire il tuo nemico devi pure conoscere il suo simbolismo! Io sono solo un ricercatore molto (forse per gli Illuminati) un po’ troppo curioso, che ha una discreta cultura (spero) in ambito storico, storiografico e filosofico, la mia capacita’ di interpretare gli eventi dietro la storia sono dovuti, a pesanti ricerche personali, in biblioteche pubbliche e io a differenza di altri “ricercatori” le ricerche le fa veramente. Come avete notato cito sempre gli autori e le note bibliografiche perche’ ritengo che sia fondamentale IL RISPETTO DEL LAVORO DEGLI ALTRI STORIOGRAFI E RICERCATORI. No e non ci entrerei nella massoneria nemmeno se mi puntassero un fucile alla tempia. Non mi piace come gestiscono le cose nelle logge, e basta rendersi conto delle continue denuncie che molti fanno a riguardo di massonerie deviate e non deviate. Non e’ un tipo di “rotary club” a cui il sottoscritto piacerebbe appartenere e sinceramente sono ORGOGLIOSO e non INVIDIOSO di NON FARNE PARTE.

Detto questo spero che sia chiaro a tutti che sono solo un semplice ricercatore, con quel tanto di cultura personale che basta per poter analizzare le simbologie e la storia. Vi posso assicurare che durante la mia vita di libri ne ho letti veramente tanti… ma tanti proprio!

Grazie

NumberSix

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 maggio 2012 in Uncategorized

 

quel corporation crappy job

Come dice bene questo inquietante ma realistico esempio, il crappy job e’ diventato il nuovo lavoro da sogno, ovviamente per le corporations non certo per voi. Quando uscite dalla vostra universita’ con la vostra laurea il vostro sogno e’ quello di partecipare alla grande corporation dove finalmente vi potrete sentire in una famiglia (dicono loro) e dopo una selezione durissima, vi rendete conto che il lavoro come dice qua sopra la suddetta ecard in realta’ si trattava di un crappy job: Per crappy job intendo un lavoro, dove per anni anni e anni, non salite di carriera, non avete nessun benefit reale o addirittura  notate che la vostra carriera si riduce ad essere sempre allo stesso livello, con lo stesso stipendio, senza che vi vengano pagati gli straordinari oppure che ci siano chiare regole sulla carriera. Se pensate che all’estero sia meglio, vi invito a lavorarci un po’ in queste multinazionali. La trasparenza sulla carriera assolutamente poco cristallina (per dirlo in modo eufemistico) e non si capisce come ci sia dipendenti in quelle aziende che qualitativamente abbiano DAVVERO portato vantaggi ECONOMICI E DI INTROITI alle corporations si ritrovano sempre sempre nella stessa situazione economica/carriera di quando sono entranti, mentre sconosciuti personaggi (ma figli di noti dirigenti, o gia’ predestinati a fare carriera) salgono i gradini aziendali ad una velocita’ fantasmagorica. Personalmente ho visto gente che non valeva un decimo della media dei dipendenti di queste corporations salire vertiginosamente i gradini della carriera. Se qualcuno di voi, pensa che il suo futuro sia in Facebook, Google, HP o Oracle, sbaglia e sbaglia di grosso e ve ne accorgerete. Perche’ nessuno ne parli e’ noto, la paura di ritorsioni sono alte, dove finisce l’Accountant o un ingegnere o il mezzo-dirigente, se non da una multinazionale ad un altra multinazionale? La paura di non trovare nessun lavoro (dato che si conoscono tutte) e’ talmente alto che il silenzio in quell’ambiente e’ tragicamente simile ad una specie’ di omerta’ per paura di ritorsioni secondo me. Se chiedete alla maggiorparte delle persone che lavorano in queste corporations (off record naturalmente) vi confermeranno che quello che vi sto dicendo e’ la verita’, ma la paura come ho detto gioca molto di piu’ della verita’ tante volte. Provate voi stessi a fare le domande “off record” a qualcuno che lavora la’ dentro e’ ancora non ha il cervello brainwashed dai brand aziendali e vedrete che vi rispondono! Il mio consiglio ai giovani che devono affrontare una carriera e il seguente: se volete vivere per davvero, avere una vita normale intendo una vera vita, magari con qualche soddisfazione personale, evitate queste corporations come la peste!

Io parlo perche’ fondamentalmente a me di quello che pensano loro e delle loro ritorsioni me ne sbatto altamente… se facessero tutti cosi’ vi posso assicurare che le cose cambierebbero! Non vi fate incantare dai giochi dei fuochi artificiali e le palliettes dei badge e dei loghi, perche’ sotto non c’e’ nulla e con il badge di Google o di Facebook se andate dal vostro personale fruttivendolo, non vi da la frutta e verdura gratis se gli fate vedere il vostro badge. Il badge e il logo ha un valore solo nella testa bacata di qualche dirigente e di qualche penoso leccaculo che gli va appresso.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 maggio 2012 in Uncategorized

 

Tag:

ma lo volete capire che la privacy e’ UNA COSA SERIA?

Generalmente tutti dicono non ho niente da nascondere, fintanto che una bella mattina scoprono che c’era da nascondere qualcosa ma ormai e’ troppo tardi! Molti non si rendono proprio conto che pubblicare una foto su photobucket o su tinypic a meno che non si tratti di voi con una canna da pesca o davanti ad un monumento sono informazioni sensibili che un giorno potrebbero essere usate per ricattarvi? Non ci si arriva proprio, Addirittura molti rasentano e superano la stupidita’ umana pubblicando messaggi dall’iphone, passaporti, documenti, patenti,,, tutto, senza contare le miriadi di casalinghe annoiate che magari finendo su chatroulette una bella mattina si ritrovano la faccia (insieme ad altro) grazie ad un printscreen di qualche sconosciuto su photobucket, qualcun’altro vi riconosce e voi finite per essere ricattati. E’ STUPIDO PUBBLICARE FOTO CON INFORMAZIONI SENSIBILI, O IN ATTEGGIAMENTI CHE POTREBBERO FARVI PENTIRE AMARAMENTE DELLA STUPIDA MOSSA FATTA QUALCHE MESE PRIMA. Io sorrido quando sento persone che hanno paura di mettere i dati magari su una chat, quando poi alla fine magari fotografano il proprio passaporto o la propria patente e la mettono su photobucket o su tinypic alla mercee di chiunque. Avete un cervello? Ogni tanto usatelo per favore ecco alcuni esempi che ho trovato esplorando photobucket con le recent photos…

ecco alcuni esempi:

un gruppo di ragazzine genio!

dato che ci sei oltre a parlare dei tuoi problemi fisici, mettendo nome, cognome e numero di telefono, perche’ magari non ci aggiungi pure il codice fiscale o la tessera sanitaria visto che ci stai ormai !

i tuoi genitori lo sanno che ti fai l’autoscatto nel cesso, non si sa per chi ? Spero che lo vengano a sapere!

i tuoi genitori lo sanno che ti fai l’autoscatto davanti allo specchio in queste condizioni e alla tua eta’? Spero che i tuoi genitori incappino in questa foto e ti diano tanti di quei calci nel sedere, che ti passera’ la voglia di fare la scema davanti allo specchio pubblicando su photobucket!

Vi rendete conto che pericolosita’ insita ci sia nel pubblicare dati e informazioni sensibili? Facciamo un esempio della tizia che ha pubblicato nome numero di telefono e status di salute inerente al periodo del ciclo, ora un male intenzionato quanto ci avrebbe messo ad utilizzare tale informazioni per ricattare la sudetta persona? Ecco fatevi due conti ed EVITATE DI snapshottare dati sensibili soprautto dai vostri smartphones perche’ E’ STUPIDO!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 maggio 2012 in PRIVACY

 

niente la tommasi quando si parla di signoraggio a tener su le mutandine… proprio non ci riesce

ho aggiunto l’effetto pixellatura dato che wordpress probabilmente riteneva un tantino inadatta anche questa foto di profilo!

Ora l’inquadratura che ho scelto e’ ovviamente quella piu’ pudica dato che il video che ha postato e’ effettivamente nuda come mamma l’ha fatta. Quindi diciamo che si tratta di un video molto probabilmente non proprio adatto ad un pubblico, under 18 diciamo… 

Ci sarebbe da chiedere alla Tommasi ci riuscira ogni tanto a parlare di signoraggio con su le mutandine e il reggiseno? Mi sa che e’ proprio piu’ forte di lei! Magari l’economista fara’ anche economia di intimo… probabilmente!

 
1 Commento

Pubblicato da su 24 maggio 2012 in signoraggio, Uncategorized

 

Tag: