RSS

la scelta di Hobson

07 Mag


la scelta di hobson e quella che gli Illuminati offrono a tutti, la loro e basta!

Scelta di Hobson (Hobson’s choice) è una locuzione colloquiale inglese, che indica una scelta apparentemente libera che in realtà è obbligatoria.

Il primo riferimento scritto all’origine della frase è nello scritto di Joseph Addison, The Spectator (14 ottobre 1712). Appare inoltre nella poesia di Thomas Ward, England’s Reformation, scritta nel 1688, ma pubblicata solo dopo la sua morte. Ward scriveva:

Where to elect there is but one, ‘tis Hobson’s choice — take that or none.
Dove c’è solo uno da votare, questa è la scelta di Hobson – prendere o lasciare.

La frase trae origine da Thomas Hobson (15441630), che visse a Cambridge (Inghilterra). Hobson era il gestore di una stalla che affittava cavalli ai viaggiatori; il luogo dove sorgeva la stalla fa oggi parte del St Catharine’s College. Quando alcuni clienti iniziarono a richiedere continuamente dei particolari cavalli, Hobson realizzò che certi animali venivano sfruttati troppo. Decise di introdurre un sistema di rotazione, posizionando i cavalli più riposati vicino all’ingresso, e rifiutandosi di far uscire i cavalli se non nel giusto ordine. Egli insisteva perché i clienti prendessero il cavallo più vicino alla porta della stalla o non ne prendessero nessuno.

Henry Ford vendette la Ford Modello T usando la famosa scelta di Hobson: “Di qualsiasi colore purché sia nero”[1]. (In realtà il Modello T era disponibile in una modesta gamma di colori, ma la produzione rapida richiedeva una vernice che asciugasse velocemente, che all’epoca era disponibile solo in un colore, il nero appunto.)

Quante volte vi sara’ capitato di sentire che apparentemente avevate una scelta importante nella vostra vita in ambiente lavorativo o sociale ma la scelta non esisteva o meglio era solo apparente? Questa e’ la tecnica. Gli Illuminati utilizzano su tutta la popolazione la cosidetta scelta di Hobson, come modo di far si’ che vi sembri di avere fatto una scelta quando l’unica tra tutte le scelte possibili e’ sempre e comunque quello che hanno scelto per voi. Per riconoscere nella vostra vita lavorativa e sociale basta che vi ricordiate della scelta di Hobson. Quando qualcuno vi da una scelta che in realta’ non e’ una scelta ma, appunto e’ una scelta di Hobson, ditegli in faccia: ma questa e’ una scelta di Hobson!

Vedrete il vostro interlocutore impallidire paurosamente davanti ai vostri occhi. Quella e’ la prova che anche voi come la maggiorparte delle persone su questa terra che non fanno parte di tale cospirazione e hanno scelte chiuse e limitate e solo apparenti  nella loro scelta.

La tecnica di Hobson e’ usata con successo da parecchio tempo dagli illuminati. Ovviamente gli Illuminati di Baviera hanno raffinato le tecniche ma la struttura di base e’ sempre la stessa. Le scelte di Hobson con i secoli si sono raffinate sempre di piu’ e dando davvero una apparente scelta a chi la subisce ma Solo apparente, ovvero che tutte le altre scelte possibili, per logica conseguenza STRANAMENTE saranno tutte irrealizzabili eccetto una la LORO. L’unico modo per imporsi e far si che i piani che questa organizzazione ha per tutti noi  non riescano e’ quello di giocare a carte scoperte facendogli capire che quella che state per fare e una scelta solamente apparente. Vi ripeto il modo piu’ facile nella vostra vita sociale e lavorativa per contrastare quello che gli Illuminati pianificano e proprio fargli vedere in faccia che i loro sporchi giochetti non funzionano. Non cambiera’ molto sicuramente e forse sarete costretti  a seguire la scelta di Hobson comnque, ma c’e’ una bella differenza tra LA CONSAPEVOLEZZA DI SAPERLO e l’inconsapevolezza di stare al gioco. La loro piu’ grande paura e che questo come tanti altri giochini “di societa’”  comincino ad essere palesi a tutti, inficiandone quindi  la sua valenza. Se non uno, non cento, ma milioni gridassero al proprio interlocutore schiavo della cospirazione che questa e’ una scelta di Hobson, Lo stesso gioco, non avrebbe piu’ effetto e un po’ come se voi giocando a carte con dei bari insieme ad altri giocatori corretti diceste: questa gente nasconde gli assi e le carte nelle maniche. il gioco finirebbe!

Non servono scelte rivoluzionarie, ma quando vi capita che vi rendete conto di essere sotto la Hobson’s Choice (nell’arco di scelte difficili nella vostra vita sociale e lavorativa) guardare l’interrocutore, presentandogli un sorriso di scherno (di colui che sa di aver capito tutto) e dirgli semplicemente questa frase: Questa e’ una scelta di Hobson non una scelta vera! Vedrete il terrore negli occhi di chi vi ha presentato questa scelta. Se non mi credete provateci voi sentirete nella stanza un gelido silenzio e la paura scavare le guance di chi ve l’ha proposta.

Cominciate tutti a dire: io con i bari non ci gioco, i bari continueranno a giocare, ma qualcuno nel tavolino insieme a voi che non lo sa comincera’ ad alzarsi dal tavolino e alla fine rimarranno i bari a guardarsi negli occhi e a chiederesi: ora che cosa cavolo facciamo?

Annunci
 
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: