RSS

Archivi categoria: hobson’s choice e gli illuminati

l’accerchiamento…

Se e’ vero che oggi esistono attualmente un certo numero Liberi e Seri ricercatori che provano a presentare alle persone interessanti documenti e  determinate informazioni difficili da reperire e’ vero che si trovano un po’ come il generale Custer a Little Bighorn e alla fine qualcuno spera sempre che gli ufficiali come nella battaglia sparino ai propri alleati e a se’ stessi dato che ormai si sentono circondati. Il vero problema  che oggi deve affrontare un ricercatore Serio e quello non tanto di difendersi dai nemici palesi, quanto difendersi dagli amici non proprio amici. Quante volte molti serissimi ricercatori nel settore si ritrovavano circondati da gruppi di isterici settaristi che inneggiavano a chissa’ quale stranissimo GURU oppure vedono la simbologia dell’Apocalisse di San Giovanni anche nel numero di scarpe che portate. Questi sono i reali e tangibili problemi di quei ricercatori che tentano di informare in modo neutrale il pubblico di determinate tematiche, gia’ difficili di per se’. Bisogna contare che esiste anche un determinato numero di “ricercatori” che con la scusa di cercare qualcosa presentano teorie che sono le solite armi di distrazione di massa, per il pubblico e che in realta’ ripetono le medisime cose da anni senza poi realmente approdare a nulla, se non finire per intervistare o essere intervistati o andare in qualche conferenza a ripetere le solite cose. Quando qualche ricercatore, che sia italiano o estero non aggiunge nulla a quello che ha gia’ detto dopo anni e quindi non scopre nulla di nuovo, vuol dire che lo fa per altri scopi, la ricerca anche in questo settore tende ad avanzare, la propaganda, oppure l’arma di distrazione di massa del  “pane et circense del mistero”, non avanza mai. Le frasi della propaganda sono sempre le stesse come i giochi del “circo” sono sempre i medesimi.

Quando uno di questi seri ricercatori, con fatica si avvicina alla verita’ o a uno dei risvolti della ricerca che potrebbe portare a svelare qualcosa ecco che esso viene circondato come il Generale Custer dai Sioux, quelli prezzolati e pubblicamente nemici e quelli farsescaente amici che in realta’ fanno lo stesso gioco dei disinformatori prezzolati, insinuando dubbi e perplessita’ sul ricercatore o sullo studioso, cosi’ si finisce per essere preso tra due fuochi, quello delle “buffonate” dei cosidetti disinformatori pubbblici e quello dell’ “infiltrato disinformatore” da parte dei cosidetti alleati che poi alleati non sono. L’unico consiglio che posso dare alle persone che fanno Ricerca Seria e quella di capire che forse questi Sioux talvolta portano la stessa divisa del Generale Custer!

Sempre All’Erta!

NumberSix

Annunci
 

the freeman perspective o the freemason perspective?

Molti di voi in questi giorni si saranno imbattuti su youtube e su internet in questo video the freeman perspective una specie di mockumentario costruito ad hoc secondo me da uno che piu’ che svelare i segreti della massoneria li pubblicizza anche in modo abbastanza evidente. In questo ambiente come ho gia’ detto piu’ volte esistono i cosidetti “watchdog” ovvero i cosidetti cani da guardia che quando vedono che esiste una situazione di pericolo inerente al rischio che certe verita’ escano fuori dal nulla, riappaiono dopo anni di silenzio e rivendono o meglio spacciano le loro verita’ condite con un falso senso di astio nei confronti del sistema cercando di sviare l’attenzione dalle vere informazioni che vogliono difendere.  Definiamo insieme questo nuovo tipo di personaggio che e’ in parte disinformatore, in parte, apparentemente e’ un teorico del complotto

Watchdog: Apparente teorico del complotto e rivelatore di verita’ gia’ conosciute mescolate a propaganda pro-massonica e a falsita’ nascoste tra una notizia vera e una falsa. Utilizza informazioni ormai vecchie e desuete non aggiugendo nulla a quello che gia’ i teorici del complotto sanno, senza aggiungere nuove ipotesi o teorie  ma immettendo informazioni palesemente false e contradittorie per confondere la persona che vuole informarsi correttamente. Generalmente condisce tutto con propaganda pro-massonica e pro-illuminati dietro un velo apparente di denuncia pubblica. Sono i peggiori soggetti e agenti che sulla rete possiate mai trovare. E’ tutta gente prezzolata o iscritta proprio a qualche gruppo massonico che ha lo scopo di sviare, ingarbugliare e mescolare le informazioni vere e gia’ conosciute con alcune totalmente false e fuorvianti. Rimane sempre e comunque vago nelle risposte e non approfondisce Volutamente nessuna tematica e senza minimamente sfidare il sistema del complotto mondiale (NdA dovrei scrivere un wiki solo per questo tipo di informazioni)

ora guardiamo la foto del tizio in questione:

Ora a parte che la faccia del tipo (a sinistra) non ispira fiducia nemmeno a lasciargli il proprio gatto/cane di casa per una breve vacanza, figuriamoci se un tipo simile puo’ essere una persona che vi vuole raccontare la verita’. Mi direte: NumberSix sei il solito paranoico vedi watchdog dappertutto. Bene dove e’ stata fatta la foto? In una loggia massonica, nel video che di freeman dice di denunciare. Ma voi ci siete mai stati in una loggia massonica? Io no! voi… Nemmeno? Sapete perche? Perche’ nessuno entra in una loggia massonica se e’ un “profano”. Addirittura nel suo “video denuncia” Freeman ha addirittura detto che fatto un tour… con una tizia..(tizia? sono rimasto indietro con certe ricerche se mi ricordo bene le logge sono prevalentemente solo maschili..o solo femminili in qualche raro caso.. mai sentito parlare di logge miste) Bene se non credete a quello che io vi dico, provate a bussare in una loggia massonica e fare come Freeman: scusi posso fare un tour nella loggia? e vedete che vi rispondono… provate! Dopo aver visto tale video attentamente ho notato alcune cose:

1) che da parte di freeman non c’e’ nessuna denuncia diretta del complotto massonico (a parte una velata iniziale domanda/affermazione sibilillina: o sono grandi uomini o c’e’ un complotto) Grandi uomini? Ah si per Freeman SICURAMENTE! Per ME NO!

2) Lui dice che il padre e’ stato un massone, quanti di voi hanno padri massoni che denunciano cospirazioni massoniche… alzate la mano!

3) Tutte le informazioni che da questo signor freeman e tutta roba ormai vecchia e risaputa che sanno anche i sassi

4) Ci descrive le “meraviglie” del mondo massonico, senza poi darci notizie importanti dato che lui ha potuto “casualmente” visitare una biblioteca massonica, cosa che nessuno di noi se non massone non potra’ mai fare, eppure non ci spiega niente.

5) una palese propaganda filo massonica si sente in tutta la durata del video, che fa vedere quanto sia importante la massoneria nel mondo ma mai una parola di critica, o di analisi imparziale… tutto cosi “magicamente” stupendo per questo personaggio!

6) nei due video ci sono alcune informazioni palesemente false e alcune mescolate ad arte con pure invenzioni che non hanno nessuna attinenza con la verita’, storica ma addirittura quella che professano i massoni! Un bel Video-Paccottiglia non c’e’ che dire.

7) Nessuna analisi conclusiva, solo un tour (anche abbastanza becero aggiungo) nel mondo massonico senza nessuna reale approfondita spiegazione dei simboli massonici.

Insomma fate molta attenzione a questi sulfurei personaggi che sanno un po’ troppo di aria fritta mescolata a una bella propaganda su quanto siano importanti e potenti i Massoni. Personalmente io del potere e dell’importanza dei Massoni me ne impipo altamente e potete pure andarlo a riferire al signor Freemason ehm scusate Freeman!

 Signori e Signore Volete invece un esempio di chi vi dice la verita’ e muore misteriosamente dopo una serie di informazioni che non dovevano uscire al pubblico? Rik Clay HA PAGATO CON LA VITA! Guardate questo video e per capire il perche’  persone come Rik Clay, Milton Cooper , il sottoscritto e molti altri rischiano ogni giorno di andare a guardare le magherite dalla parte della radice. Sicuramente Clay nelle sue ultime interviste radio avra’ dato qualche informazione che non doveva uscire, un po’ come Milton Cooper.

Rik Clay morto per VOLUTO DIRE QUALCHE VERITA’ DI TROPPO al pubblico! INFORMANDO SERIAMENTE LE PERSONE Quando dici la VERITA’ senza veli rischi la vita ogni giorno!

Vi posso assicurare  pochi altri in giro per il mondo non rischiano che manomissioni di Harley (che ovviamente non hanno) ma all’obitorio ci si va purtroppo a colpo sicuro! Questa e’ gente che non sbaglia un colpo e quindi prima o poi anche al signor Numero6 (se non ci mette mano la Divina Provvidenza) andra’ come Clay, Milton Cooper e molti altri a trovare le radici delle famose margherite e non si scappa. Occhio a personaggi Come Freeman e sempre attenti alle informazioni di persone che muoiono misteriosamente… perche’  quella e’ gente che ha pagato con la propria vita per darvi un informazione. Non buttate mai il vostro prezioso tempo della vita a seguire video idioti di propaganda chiaramente filomassonica e cercate con tutta la vostra forza la verita’ e la troverete!

Saluti

“L’ectoplasmico” NumberSix

 

la scelta di Hobson


la scelta di hobson e quella che gli Illuminati offrono a tutti, la loro e basta!

Scelta di Hobson (Hobson’s choice) è una locuzione colloquiale inglese, che indica una scelta apparentemente libera che in realtà è obbligatoria.

Il primo riferimento scritto all’origine della frase è nello scritto di Joseph Addison, The Spectator (14 ottobre 1712). Appare inoltre nella poesia di Thomas Ward, England’s Reformation, scritta nel 1688, ma pubblicata solo dopo la sua morte. Ward scriveva:

Where to elect there is but one, ‘tis Hobson’s choice — take that or none.
Dove c’è solo uno da votare, questa è la scelta di Hobson – prendere o lasciare.

La frase trae origine da Thomas Hobson (15441630), che visse a Cambridge (Inghilterra). Hobson era il gestore di una stalla che affittava cavalli ai viaggiatori; il luogo dove sorgeva la stalla fa oggi parte del St Catharine’s College. Quando alcuni clienti iniziarono a richiedere continuamente dei particolari cavalli, Hobson realizzò che certi animali venivano sfruttati troppo. Decise di introdurre un sistema di rotazione, posizionando i cavalli più riposati vicino all’ingresso, e rifiutandosi di far uscire i cavalli se non nel giusto ordine. Egli insisteva perché i clienti prendessero il cavallo più vicino alla porta della stalla o non ne prendessero nessuno.

Henry Ford vendette la Ford Modello T usando la famosa scelta di Hobson: “Di qualsiasi colore purché sia nero”[1]. (In realtà il Modello T era disponibile in una modesta gamma di colori, ma la produzione rapida richiedeva una vernice che asciugasse velocemente, che all’epoca era disponibile solo in un colore, il nero appunto.)

Quante volte vi sara’ capitato di sentire che apparentemente avevate una scelta importante nella vostra vita in ambiente lavorativo o sociale ma la scelta non esisteva o meglio era solo apparente? Questa e’ la tecnica. Gli Illuminati utilizzano su tutta la popolazione la cosidetta scelta di Hobson, come modo di far si’ che vi sembri di avere fatto una scelta quando l’unica tra tutte le scelte possibili e’ sempre e comunque quello che hanno scelto per voi. Per riconoscere nella vostra vita lavorativa e sociale basta che vi ricordiate della scelta di Hobson. Quando qualcuno vi da una scelta che in realta’ non e’ una scelta ma, appunto e’ una scelta di Hobson, ditegli in faccia: ma questa e’ una scelta di Hobson!

Vedrete il vostro interlocutore impallidire paurosamente davanti ai vostri occhi. Quella e’ la prova che anche voi come la maggiorparte delle persone su questa terra che non fanno parte di tale cospirazione e hanno scelte chiuse e limitate e solo apparenti  nella loro scelta.

La tecnica di Hobson e’ usata con successo da parecchio tempo dagli illuminati. Ovviamente gli Illuminati di Baviera hanno raffinato le tecniche ma la struttura di base e’ sempre la stessa. Le scelte di Hobson con i secoli si sono raffinate sempre di piu’ e dando davvero una apparente scelta a chi la subisce ma Solo apparente, ovvero che tutte le altre scelte possibili, per logica conseguenza STRANAMENTE saranno tutte irrealizzabili eccetto una la LORO. L’unico modo per imporsi e far si che i piani che questa organizzazione ha per tutti noi  non riescano e’ quello di giocare a carte scoperte facendogli capire che quella che state per fare e una scelta solamente apparente. Vi ripeto il modo piu’ facile nella vostra vita sociale e lavorativa per contrastare quello che gli Illuminati pianificano e proprio fargli vedere in faccia che i loro sporchi giochetti non funzionano. Non cambiera’ molto sicuramente e forse sarete costretti  a seguire la scelta di Hobson comnque, ma c’e’ una bella differenza tra LA CONSAPEVOLEZZA DI SAPERLO e l’inconsapevolezza di stare al gioco. La loro piu’ grande paura e che questo come tanti altri giochini “di societa’”  comincino ad essere palesi a tutti, inficiandone quindi  la sua valenza. Se non uno, non cento, ma milioni gridassero al proprio interlocutore schiavo della cospirazione che questa e’ una scelta di Hobson, Lo stesso gioco, non avrebbe piu’ effetto e un po’ come se voi giocando a carte con dei bari insieme ad altri giocatori corretti diceste: questa gente nasconde gli assi e le carte nelle maniche. il gioco finirebbe!

Non servono scelte rivoluzionarie, ma quando vi capita che vi rendete conto di essere sotto la Hobson’s Choice (nell’arco di scelte difficili nella vostra vita sociale e lavorativa) guardare l’interrocutore, presentandogli un sorriso di scherno (di colui che sa di aver capito tutto) e dirgli semplicemente questa frase: Questa e’ una scelta di Hobson non una scelta vera! Vedrete il terrore negli occhi di chi vi ha presentato questa scelta. Se non mi credete provateci voi sentirete nella stanza un gelido silenzio e la paura scavare le guance di chi ve l’ha proposta.

Cominciate tutti a dire: io con i bari non ci gioco, i bari continueranno a giocare, ma qualcuno nel tavolino insieme a voi che non lo sa comincera’ ad alzarsi dal tavolino e alla fine rimarranno i bari a guardarsi negli occhi e a chiederesi: ora che cosa cavolo facciamo?