RSS

Archivi categoria: Uncategorized

le foto ufficiali quasi vere della reuters

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=419555418088468&set=a.203850969658915.50178.203501443027201&type=1&theater&notif_t=photo_comment

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 luglio 2012 in Uncategorized

 

esse bozo clown pasticcione leggi e rosica…

http://www.publications.parliament.uk/pa/cm200910/cmselect/cmsctech/221/221.pdf

ah scusa pagliaccio non sai l’inglese….

http://www.calameo.com/read/001525863118541b564fb

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 luglio 2012 in disinformatori, Uncategorized

 

bella opera… epica

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 luglio 2012 in Uncategorized

 

tu menti… tu menti..

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 luglio 2012 in Uncategorized

 

people ain’t no good

quanto e’ facile nascondersi dietro il mantello della spiritualita’ e camminare con le scarpe della superficialita’ camminando sopra i sentimenti degli altri. E’ stupefacente quanto certa gente che si dichiara  tanto profonda e invece con tanto superficiali con i sentimenti sopratutto con quelli che dicono di tenerci. Questi giorni dovro’ riportare un mio familiare che vive una situazione di malattia seria  e che vive in uno stato di serissima fragilita’ emotiva, perche’ qualcuno non e’ stato abbastanza maturo da dirmi certe cose de visu, forse non avendo il coraggio.

Non fa niente, altro ciclo di conferenze con vari medici per questo mio familiare, grazie l’estrema superficialita’ di una persona… il danno forse peggiore non l’ha fatto nemmeno a me, l’ha fatto a lui… come canta Nick Cave People ain’t no good…

P.s. sinceramente non mi frega nulla di cosa pensano gli altri, e se la mia scelta da fastidio a qualcuno di eliminare questa persone dalla mia amicizia gli ha dato fastidio, significa che si tratta di persone superficiali almeno quanto questa persona… amici cosi’ io non gli voglio e possono seguire a ruota  il destino dell’oblio per le persone meschine… Non ho bisogno di approvazione da gente simile. Intanto per adesso questo scherzetto mi costera’ un mese di andirivieni tra qui e i castelli romani per accompagnare il mio famigliare da uno psicologo, per fargli capire che lui in questa storia non c’entra nulla… e che se le persone mi prendono a calci nel sedere la colpa non e’ certo la sua.

Ringrazio questa persona per il danno che mi ha prodotto… e gli auguro che non gli accada mai quello che lei ha fatto a me.

P.p.s Cresci che il mondo non gira intorno a te, le persone hanno problemi seri e quando metti in mezzo una persona e la escludi dalla tua vita, questo purtroppo ha riflessi diretti anche sulle persone che lo circondano. Evita stupide frasi senza senso “Io ci saro’ sempre” perche non hanno nessun valore e nessun significato, perche’ quando servivi non ci sei stata…

Addio e ti auguro di trovare quello che cerchi.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 luglio 2012 in Uncategorized

 

da leggere prima di entrare in un fast food

http://www.dnaindia.com/health/report_6-months-later-mcdonald-s-happy-meal-turns-into-plastic_1451756

e se qualcuno avesse dei dubbi a riguardo cercate antischiumogeni mcdonalds

Gli antischiumogeni sono additivi che l’industria del cibo impiega per la produzione di alcuni preparati alimentari allo scopo di impedire o ridurre la formazione di schiume.
Appartengono alla categoria degli agenti antischiuma i seguenti additivi:

  • E 432 Monolaurato di poliossietilensorbitano (polisorbato 20)
  • E 433 Monooleato di poliossietilensorbitano (polisorbato 80)
  • E 434 Monopalmitato di poliossietilensorbitano (polisorbato 40)
  • E 435 Monostearato di poliossietilensorbitano (polisorbato 60)
  • E 436 Tristearato di poliossietilensorbitano (polisorbato 65)
  • E 491 Monostearato di sorbitano
  • E 492 Tristearato di sorbitano
  • E 493 Monolaurato di sorbitano
  • E 494 Monoleato di sorbitano
  • E 495 Monopalmitato di sorbitano
  • E 900 Dimetilpolisilossano
  • E 1505 Trietil citrato

La normativa italiana ammette tuttavia l’utilizzo, in qualità di antischiumogeno, di uno soltanto: il dimetilpolisilossano E900.

Dimetilpolisilossano (E900)

E’ un silicone antischiumogeno che può essere aggiunto in molti prodotti alimentari trasformati, tra cui:

  • bevande istantanee
  • bevande destinate ai distributori automatici self-service
  • oli da frittura

Possiamo trovare il dimetilpolisilossano anche negli integratori inclusi nel registro del Ministero della Salute (come nel caso dell’etichetta sopra, appartenente ad un integratore in compresse effervescenti), e in alcuni prodotti fast-food (ad esempio per friggere le crocchette Parmigiano e spinaci Mc Donald’s oppure nei Chicken McNuggets o nelle patatine fritte Wendy’s).
Il dimetilpolisilossano trova numerosi impieghi anche nell’industria cosmetica, è presente in alcuni shampoo (rende i capelli lucidi e scivolosi), ma le sue applicazioni vanno dalle lenti a contatto a dispositivi medici, dagli oli lubrificanti alle piastrelle resistenti al calore.

Nonostante ne sia riconosciuta la tossicità, la direttiva europea 95/2/CE del 20 febbraio 1995 autorizza l’utilizzo del dimetilpolisilossano nei grassi e negli oli di frittura in una quantità non superiore a 10 mg/kg.
Questo limite è stato fissato in conformità al parere del comitato scientifico per l’alimentazione umana, secondo cui le informazioni tossicologiche dimostrerebbero che tali livelli di utilizzo non sollevano problemi di sicurezza per la salute. Sempre in base a questo parere, è stata definita per il dimetilpolisilossano una Dose Giornaliera Ammissibile (DGA) di 1,5 mg/kg di peso corporeo.

http://www.zazoom.it/blog/post.asp?id=5891

McDonald ha recentemente ceduto alle richieste dei consumatori di cessare l’utilizzo di carne di scarto coperta con idrossido di ammonio, chiamata ‘pink slime’ (melma rosa) nei loro hamburger e panini di pollo. L’annuncio sottolinea il fatto che ci sono molti additivi all’interno del menu di McDonald, e il motivo per cui i loro hamburger devastano il vostro corpo ha effettivamente poco a che fare con il loro alto contenuto calorico e il contenuto di grassi. In realtà, McDonald ama quando gli operatori sanitari trascurano di menzionare gli ingredienti tossici nascosti nel loro cibo.


La modifica è stata resa possibile principalmente da Jamie Oliver, un celebre chef che ha recentemente fatto una campagna contro il gigante dei fast food. Dopo aver pesantemente pubblicizzare il fatto che McDonald stava usando la ‘melma rosa’ trattata con idrossido di ammonio, gli attivisti alimentari hanno cominciato a prendere provvedimenti. Tuttavia, il cambiamento non significa che le scelte alimentari di McDonald siano migliori in quanto risultano ancora molto dannose per la salute.
Oliver spiega meglio: “fondamentalmente mangiamo un prodotto che ha il suo uso più conveniente come cibo per cani, e dopo questo processo lo si può dare agli esseri umani”, ha detto lo chef in TV.
Questo non è l’unico additivo conosciuto nei prodotti alimentari McDonald che hanno scatenato polemiche. In precedenza era emerso che nel McNuggets è contenuto un ingrediente simile, inquietante, che contribuisce a dimostrare la reputazione del peggiore cibo del pianeta. Si potrebbe pensare che gli ingredienti delle crocchette di pollo sarebbe proprio pane e pollo, forse un pò di condimento per insaporire.
Purtroppo, il McNuggets contiene 7 ingredienti diversi, molti dei quali contengono sotto-ingredienti. Tra questi troviamo le sostanze che compongono la ‘carne’ del McNuggets. Invece di utilizzare carne reale, l’elenco degli ingrediente comprende: fosfato di sodio, olio di cartamo, amido di frumento, destrosio, e una sostanza particolarmente pericolosa conosciuta come  estratto di lievito “autolyzed”. Estratto di lievito Autolyzed è simile al  monosodio glutammato, un dolcificante artificiale collegato ad obesità e altre condizioni di salute.
C’è di più, il McNuggets contiene tutta una serie di altri minacciosi ingredienti come il dimetilpolisilossano. Un tipo di silicone usato nelle protesi mammarie e Silly Putty.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 luglio 2012 in Uncategorized

 

Tag:

una questione privata…

get rid off such a garbage bag!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 giugno 2012 in Uncategorized

 

Tag: